La sicurezza è innanzitutto prevenzione: per questo una formazione che analizzi le principali situazioni di sinistrosità stradale e i comportamenti più a rischio è fondamentale dopo il conseguimento della patente ma è utile per tutti. A questo provvede la speciale teoria che si basa su oltre trent’anni di esperienza nel settore.

Ma la sicurezza al volante si basa anche su una guida che sappia interpretare le distanze, le velocità e gli spazi d’arresto; infine, anche sulla capacità di reagire con prontezza di fronte all’emergenza e agli errori di valutazione delle velocità.

Questo corso insegna le tecniche di base della guida sicura con particolare riferimento agli imprevisti che la strada a volte ci costringe ad affrontare.

Sviluppa inoltre nel guidatore una precisa valutazione delle velocità, degli spazi di arresto relativi alle stesse e della difficoltà di guida in condizioni di aderenza critiche su bagnato.

All our courses can be attended by people with physical disabilities thanks to the SpecialMente program
  • TEORIA. Interattiva e multimediale. Principi di aderenza e caratteristiche dei pneumatici. Analisi delle dinamiche del veicolo. Trazione. Tecniche di guida, traiettorie, perdite di aderenza, sottosterzo, sovrasterzo, tecniche di frenata, sistemi elettronici di ausilio alla guida (ABS, ASC+T, DSC-ESP, EDB, DBC, MSR ecc.). Posizione di guida e tecniche di sterzata. Pneumatici run flat. Situazioni di guida in condizioni difficili: neve, aquaplaning, pioggia, ghiaccio, nebbia, traffico. La guida in autostrada, in città e su strade statali. Situazioni di pericolo nel traffico e comportamenti a rischio. Proiezione e analisi di filmati dal nostro archivio esperienze. Training in aula e feedback sui contenuti trasmessi.
  • MODULAZIONE FRENATA Si svolge con ABS su un fondo di vernice scivolosa con un ostacolo a barriera d’acqua. Bisogna evitare l’ostacolo e fermarsi prima di quello successivo. L’esercizio insegna a sfruttare correttamente i vantaggi dell’ABS e a non sterzare in modo eccessivo durante l’evitamento. Permette inoltre di valutare gli spazi d’arresto su fondo scivoloso a circa 80 Km/h.
  • SKID CAR. Lo skid car permette di ottenere improvvise perdite di aderenza dell’asse posteriore anche a bassa velocità. Ideale anche per apprendere la giusta tecnica di sterzata durante il controsterzo.
  • SOTTOSTERZO E SOVRASTERZO IN CURVA. L’esercizio si svolge su fondo stradale bagnato: sviluppa sensibilità alla perdita di aderenza sull’anteriore e insegna la tecnica corretta per il recupero della traiettoria sicura. Viene inoltre provocato un sovrasterzo di potenza, si controlla la sbandata anche con il sistema antipattinamento disinserito. Sviluppa una corretta capacità di controsterzo. Al termine prova con il sistema parzialmente inserito e totalmente inserito.
  • E’ di fondamentale importanza per capire l’importanza di una corretta posizione di guida e l’ancoraggio del corpo al sedile: insegna il corretto uso delle mani sul volante, permette di verificare le risposte dello sterzo e le pericolose reazioni del veicolo nei doppi transitori valutando le sue differenti risposte in accelerazione e rilascio.
DETTAGLIO CORSO
Tracciato - Arena Flat Track MISANO
  • Location: Autodromo di Monza (MB). Paddock irrigato con asfalto a basso coefficiente d’aderenza per 4 ore.

  • DURATA: 1 giorno. Teoria ore 09.30 – 12.30 pratica ore 13.30 – 17.30 (orari indicativi)

  • Gruppo: 24 allievi divisi in 4 gruppi. Il numero di allievi può aumentare mantenendo inalterato il rapporto allievi-istruttori.

  • Auto: 8 auto BMW attrezzate con VideoTelemetria HD con acquisizione dati da GPS e OBD e registrazione sulla SD card dell’allievo.

  • Istruttori: 8 istruttori professionisti sempre a bordo a fianco dell’allievo.

  • Per ogni allievo: SD Card, pass e diploma personalizzati.