La guida sicura è prevenzione: per prevenire bisogna conoscere.

Questo corso che si sviluppa sulla prestigiosa pista di Monza ha l’obiettivo principale di sviluppare una corretta valutazione della velocità e dei suoi pericoli.

Addestra inoltre l’allievo al controllo della vettura in emergenza e in tutte le condizioni di aderenza critiche.

Un training che riproduce, in condizioni di sicurezza, pericoli improvvisi, frenate, ostacoli, curve bagnate e asfalti scivolosi. Inoltre si affrontano vari tipi di curve stradali permettendo così di addestrarsi a valutare correttamente la velocità in avvicinamento di curva e l’intensità della frenata; insegna le traiettorie più sicure nelle curve strette e nei curvoni autostradali.

Scopri come puoi proseguire la tua esperienza di guida con i corsi BMW Driving Experience
  • TEORIA. Interattiva e multimediale.
  • PERCORSO SKID CAR. Lo strumento dello skid car montato sulle ruote posteriori dell’auto permette di ottenere improvvise perdite di aderenza dell’asse posteriore a bassa velocità, quindi in condizioni che non creano ansia e permettono di riflettere. Così si sviluppa sensibilità alla sbandata e automatismo della manovra di controsterzo in emergenza; è ideale anche per apprendere la giusta tecnica di controsterzata.
  • FRENATA CON EVITAMENTO. Esercizio che ripropone una situazione di frenata di emergenza con possibilità di evitamento su un lato: si esegue con ABS inserito, si lavora sulla massima intensità di frenata accoppiata alla minima quantità di sterzo.
  • Insegna la corretta posizione delle mani sul volante e permette di familiarizzare con il comportamento dell’auto in appoggio durante forti trasferimenti di carico nei transitori e con le variazioni di risposta allo sterzo in funzione del carico sull’anteriore.
  • TORNANTE CON SOVRASTERZO. Il controllo del sovrasterzo di potenza con 260 cavalli e senza l’aiuto dei sistemi di controllo della trazione. Esercizio che sviluppa sensibilità e prontezza di riflessi nelle manovre di sterzo e di acceleratore e nel controllo delle perdite di aderenza.
  • 1a SERIE GIRI DI PISTA. DIAGNOSI GUIDA. Primo approccio con la guida in curva per verificare le tecniche di guida in curva e l’approccio alla valutazione delle velocità. 3 giri della pista internazionale: si inizia a lavorare sull’approccio alla guida, la valutazione delle distanze e delle velocità, le tecniche di guida e di sterzata. GIRO DELL’ISTRUTTORE. 1 giro dimostrativo dell’istruttore per visualizzare le tecniche corrette ed errate.
  • 2a SERIE GIRI DI PISTA. 4 giri di pista con lavoro più specifico sulle traiettorie in curva, punti di corda, differenziazione della tecnica in base alla velocità.
  • 3a SERIE GIRI DI PISTA. 5 giri di pista finali: attenzione particolare alle tecniche di frenata in avvicinamento di curva e modulazione di frenata in curva con l’obiettivo di intensificazione della capacità di rallentare la vettura.

 N.B. 13 giri di pista su circuito di 5,8 Km.

Se desideri avere più informazioni su questo corso, scrivici e ti risponderemo quanto prima.