La guida sicura è prevenzione: per prevenire bisogna conoscere i pericoli ma anche saperli affrontare con le giuste tecniche.

Questo corso addestra l’allievo al controllo della vettura nelle situazioni di emergenza e in tutte le condizioni di aderenza critiche.

Un training che riproduce, in condizioni di massima sicurezza, pericoli improvvisi, frenate, ostacoli, curve bagnate, e asfalti scivolosi.

Inoltre si affrontano in pista tutti i diversi tipi di curve stradali permettendo così di addestrarsi a valutare correttamente la velocità in avvicinamento di curva, l’intensità della frenata e le traiettorie più sicure.

Scopri come puoi proseguire la tua esperienza di guida con i corsi BMW Driving Experience
  • FRENATA DI EMERGENZA. Su fondo bagnato e a basso coefficiente di aderenza, a 80 Km/h si frena di fronte a un ostacolo improvviso ma, non riuscendo a fermarsi nei pochi metri disponibili, occorre anche cercare di evitare l’ostacolo durante la fase di frenata. Questo esercizio insegna a sfruttare a fondo il potenziale frenante dell’auto e a ottenere dall’ABS i minori spazi d’arresto. A lato viene visualizzato lo spazio di arresto effettivo con palette numerate.
  • SOTTOSTERZO STEERING PAD. In un cerchio di 80 mt di diametro, irrigato e con asfalto scivoloso, si sperimentano tutte le possibili le perdite di aderenza dell’asse anteriore: sottosterzo in inserimento di curva, sottosterzo in percorrenza e sottosterzo in accelerazione.
  • SOVRASTERZO SKID CAR. Lo skid car montato sulle ruote posteriori dell’auto permette di ottenere improvvise perdite di aderenza dell’asse posteriore a bassa velocità, quindi in condizioni che non creano ansia e permettono di riflettere durante le manovre. Così si sviluppa sensibilità alla sbandata e l’automatismo della manovra di controsterzo in emergenza; è ideale anche per apprendere la giusta tecnica di controsterzo, la tecnica dell’incrocio.
  • SOVRASTERZO IN CURVA. Si svolge con una vettura a trazione posteriore in una curva con vernice scivolosa e irrigata escludendo i sistemi di controllo della trazione. Si ottiene così un “sovrasterzo di potenza” e si lavora sul controllo della sbandata. Al termine verifica dell’efficacia dei sistemi di controllo provando con il sistema parzialmente inserito (DTC) e totalmente inserito (DSC).
  • EVITAMENTO OSTACOLO. Un ostacolo improvviso costituito da una barriera d’acqua comandata dall’istruttore con un radiocomando è la situazioni di emergenza alla quale bisogna reagire: occorre un colpo deciso di sterzo per evitare l’ostacolo ma bisogna poi controllare il veicolo divenuto instabile durante il successivo riallineamento.
  • PISTA DIAGNOSI GUIDA. Prima verifica dell’approccio dell’allievo con l’auto, analisi delle tecniche di guida principali e della capacità di valutare correttamente la velocità. 2 giri per un primo approccio alla guida: si provano le tecniche di guida in avvicinamento di curva e si inizia il lavoro sulle traiettorie.
  • Insegna la corretta posizione delle mani sul volante e permette di familiarizzare con il comportamento dell’auto in appoggio durante forti trasferimenti di carico nei transitori.
  • GIRO dell’Istruttore. 1 giro dimostrativo per visualizzare tecniche corrette ed errate.
  • PISTA. 4 giri di lavoro su tecniche, sulla valutazione della velocità e dei conseguenti spazi di frenata.
  • PISTA. 5 giri con verifica finale del lavoro svolto e sintesi generale della guida.
  • TEORIA. Interattiva e multimediale anche su tutte le isole.

N.B. 12 giri di pista su circuito di 4,2 Km.

Se desideri avere più informazioni su questo corso, scrivici e ti risponderemo quanto prima.

    RICHIEDI INFORMAZIONI

    *Campi obbligatori

    In riferimento ai punti indicati nell'informativa acconsento a:

    Ricezione di comunicazioni promozionali da parte di GuidarePilotare s.r.l.
    SiNo

    Studio, analisi e profilazione delle mie esigenze sulla base dei dati inseriti
    SiNo

    Comunicazione dei miei dati a partner commerciali per finalita' di loro marketing
    SiNo

    DETTAGLIO CORSO
    Corsi di Guida Sicura Misano