Sport Driving


La guida sportiva è innanzitutto equilibrio: equilibrio dell'auto in sbandata nelle situazioni più difficili ed equilibrio del guidatore sottoposto a forti situazioni di stress. Attraverso un percorso didattico che metta alla prova l'allievo nelle situazioni di guida in emergenza e su fondi stradali a bassa aderenza si raggiungono nuovi equilibri al volante sviluppando nuove abilità e maturando le proprie capacità percettive e di controllo. Una serie di esercizi al limite riproduce le principali situazioni di rischio e sviluppa il completo controllo dell'auto; i giri di pista fanno provare l'ebbrezza della guida da piloti e sviluppano la capacità di valutare correttamente le velocità più elevate.

Esempio di struttura organizzativa per 30 partecipanti

Pista: Autodromo Simoncelli Misano A. (RN): Pista di Guida Sicura e Handling attrezzata con irrigazione, ostacoli mobili e asfalti speciali e Pista Internazionale (2 ore).
Durata: 1 giorno. Ore 11.00 - 13.00 - 14.00 - 20.00. (Orari indicativi)
Gruppo: 30 allievi divisi in 5 gruppi.
Auto: 12 auto BMW di cui 10 sempre operative, attrezzate con due telecamere e VideoTelemetria con acquisizione dati da GPS. Auto di scorta.
Istruttori: 11 istruttori professionisti sempre a fianco dell'allievo.
Per ogni allievo: videoregistrazione digitale su schede SD-card, pass e diploma personalizzati.


Programma


MODULAZIONE DI FRENATA.
Dapprima sembra impossibile fermarsi su fondo bagnato e a basso coefficiente di aderenza: occorre imparare a sfruttare i freni. L'esercizio viene provato sia con che senza l'ABS per aumentare le difficoltà e comprendere il funzionamento del sistema. Al termine frenata di emergenza con misurazione visiva dello spazio di arresto.

SOTTOSTERZO.
Sullo steering pad di 80 metri con fondo ricoperto di vernice scivolosa e irrigata, si sperimenta l'improvvisa perdita di aderenza dell'asse anteriore. All'ultimo passaggio sorpresa finale per verificare la prontezza del guidatore di fronte all'imprevisto.

SOVRASTERZO.
La perdita di aderenza dell'asse posteriore viene sempre vissuta con panico e reazioni istintive, spesso errate. Questo esercizio, che si svolge con una vettura a trazione posteriore su vernice scivolosa irrigata, insegna a controllare la paura del testa coda e controsterzare per mantenere il controllo dell'auto.

PERCORSO SKID CAR.
Un mini circuito da percorrere in controsterzo è divertente ma sviluppa anche fiducia nella propria capacità di gestire le situazioni di squilibrio dell'auto e allena al controllo della sbandata.

EVITAMENTO OSTACOLO.
Ogni giorno siamo costretti a superare ostacoli e imprevisti: la nostra reazione deve essere rapida e decisa ma bisogna poi saperne gestire le conseguenze. Così quando si evita l'improvviso muro d'acqua con colpo deciso di sterzo bisogna poi controllare la sbandata del veicolo durante il successivo riallineamento.

PRIMA SERIE GIRI DI PISTA.
Si sviluppano le capacità di valutazione della corretta velocità in avvicinamento di curva e si inizia il lavoro su traiettorie e tecniche di guida in curva. 4 giri.

SECONDA SERIE GIRI DI PISTA.
Seconda serie di 5 giri di pista con cambio di vettura: si adattano le tecniche alla nuova auto, si aumentano le velocità, si correggono gli errori della prima serie e si lavora sulla capacità di rallentamento dell'auto in frenata.

TEORIA.
Interattiva e multimediale con DVD con immagini dal nostro archivio esperienze.

GuidarePilotare si riserva di apportare modifiche al programma senza preavviso, garantendo parità di contenuto formativo.






 

Richiesta Informazioni     Telefona 0541.612540

 

 

 

Le nostre attività

Prezzi e promozioni Calendario clienti