Guida Difensiva


La guida difensiva, detta anche guida preventiva o anticipante, è una formazione per guidatori di veicoli a motore che va oltre la semplice padronanza delle regole del codice della strada perché include una specifica capacità di prevedere le situazioni di rischio potenziale. Il suo obiettivo è di ridurre gli incidenti prevenendo i pericoli prima che assumano connotazioni di emergenza. I pericoli da prevedere possono ovviamente consistere in situazioni meteo avverse oppure in errori o imprudenze commessi da altri conducenti, ciclisti o pedoni. Ma i pericoli non vengono solo dagli “altri”, a volte nascono proprio dagli stati d’animo del guidatore stesso: fretta, emozione, stress da traffico sono situazioni che possono portare a scelte e comportamenti pericolosi. Così il motto socratico “Conosci te stesso” completa tutta la nostra offerta didattica sulla prevenzione che si riconosce nella formula del giusto "Equilibrio Mentale". Infatti il nostro obiettivo non è tanto creare guidatori bravi e capaci ad affrontare i pericoli, quanto a prevenirli. Per approfondire le esigenze della guida preventiva, GuidarePilotare ha sviluppato un suo programma specifico, basandosi sulla più che trentennale esperienza nella guida sicura: il corso di “Guida Difensiva”. La capacità di prevenire presuppone anche una serie di competenze "tecniche" oltre alla conoscenza dei pericoli e delle insidie della strada: questo implica una formazione pratica specifica che convinca il guidatore sui pericoli della velocità facendogli fare una esperienza delle diverse velocità, lo aiuti a misurare anche visivamente gli spazi d’arresto, gli permetta di provare e comprendere le differenti condizioni di aderenza e le risposte del veicolo, lo faccia trovare di fronte ad ostacoli improvvisi per scoprire la difficoltà di evitarli se non si è adottato un giusto atteggiamento preventivo sulla velocità. La disposizione ad adottare una guida difensiva positiva (prevenire) scaturisce così da un’esperienza dove si scoprono le difficoltà della guida difensiva negativa (curare) di fronte agli ostacoli: perché prevenire è meglio che curare!

Pista: Misano World Circuit - Misano Adriatico (RN). Strada statale al mattino e Centro di Guida Sicura al pomeriggio.
Durata: 1 giorno. Ore 9.30 – 12.30 Guida difensiva su strada. – 13.30 - 18.00 Guida difensiva nel Centro di Guida Sicura di Misano.
Gruppo: 24 allievi divisi in 4 gruppi.
Auto: 8 auto BMW attrezzate con due telecamere e VideoTelemetria con acquisizione dati da GPS. Auto di scorta.
Istruttori: 8 istruttori professionisti sempre a fianco dell'allievo.
Per ogni allievo: videoregistrazione digitale su PenDrive, pass e diploma personalizzati.

Programma

TEORIA.
Interattiva e multimediale con analisi di 200 video dal nostro Archivio Esperienze.
MATTINO. Su strada statale e centri urbani limitrofi si svolge un lavoro di "Diagnosi Guida", valutazione delle disposizioni alla guida preventiva e difensiva, utilizzo delle capacità visive e capacità di descrivere tutti i rischi potenziali che si incontrano su strada.
POMERIGGIO. 4 esercizi.

FRENATA PREVENTIVA.
Di fronte ad un ostacolo occorre potersi arrestare: per farlo in sicurezza, bisogna avere adottato la giusta distanza di sicurezza e saper valutare lo spazio percorso ad ogni velocità in base anche all’intervallo psicotecnico. Su fondo bagnato ed a basso coefficiente di aderenza, si effettuano diverse frenate a velocità differente e con attenzione mentale differente rispetto al pericolo rappresentato da un semaforo radiocomandato.

FRENATA E DISTANZA DI SICUREZZA.
Questa frenata, che si svolge a velocità differenti, permette una misurazione visiva dello spazio di arresto grazie ad una fila di palette con l’indicazione dei metri percorsi. Sviluppa la percezione corretta dello spazio percorso non più in Km/h, ma nella formula che visivamente dà l’idea dello spazio e del rischio: metri percorsi in un secondo.

VALUTAZIONE DELL’ADERENZA.
Le perdite di aderenza sono funzione sia della velocità che delle condizioni del manto stradale. Questo esercizio si svolge su uno steering pad di 80 metri irrigato che, con differenti coefficienti di aderenza indicati da fondi verniciati di rosso, permette di scoprire quanto incida sulle perdite di aderenza il fondo stradale scivoloso, anche a quelle velocità che in genere, si ritengono basse. Si svolge con due tipi di trazione: anteriore e posteriore, per sviluppare la corretta sensibilità preventiva rispetto al tipo di veicolo.

PERCEZIONE DI UN OSTACOLO.
Essere costretti ad evitare un ostacolo improvviso è una situazione di emergenza fra le più frequenti e difficili. In questo caso l’ostacolo è costituito da una barriera d’acqua azionata da un radiocomando gestito dall’istruttore. Per evitarla occorre un colpo deciso di sterzo ma bisogna poi anche controllare la stabilità del veicolo durante il successivo riallineamento. Si prova con diverse velocità per sviluppare l’abilità nel calcolare la giusta distanza preventiva dall’ostacolo stesso e la relativa velocità sicura.

GuidarePilotare si riserva di apportare modifiche al programma senza preavviso, garantendo parità di contenuto formativo.






 

Richiesta Informazioni     Telefona 0541.612540

 

 

 

Le nostre attività

Prezzi e promozioni Calendario clienti