Formazione Stradale Attiva


La sicurezza è innanzitutto prevenzione: per questo una formazione che analizzi le principali situazioni di sinistrosità stradale e i comportamenti più a rischio è fondamentale dopo il conseguimento della patente. A questo provvede la speciale teoria che si basa su oltre vent'anni di esperienza nel settore. Ma la sicurezza al volante si basa anche sulla capacità di reagire con prontezza di fronte all'emergenza e questo corso insegna le tecniche di base della guida sicura riproducendo in pista le principali situazioni di pericolo e gli imprevisti che la strada a volte ci costringe ad affrontare. Sviluppa inoltre nel guidatore una precisa valutazione delle velocità, degli spazi di arresto relativi alle stesse e della difficoltà di guida in condizioni di aderenza critiche su bagnato.

 

Programma

TEORIA .
Interattiva e multimediale. Principi di aderenza e caratteristiche dei pneumatici. Analisi delle dinamiche del veicolo. Trazione. Tecniche di guida, traiettorie, perdite di aderenza, sottosterzo, sovrasterzo, tecniche di frenata, sistemi elettronici di ausilio alla guida (ABS, ASC+T, DSC-ESP, EDB, DBC, MSR ecc.). Posizione di guida e tecniche di sterzata. Pneumatici run flat. Situazioni di guida in condizioni difficili: neve, aquaplaning, pioggia, ghiaccio, nebbia, traffico. La guida in autostrada, in città e su strade statali. Situazioni di pericolo nel traffico e comportamenti a rischio. Statistiche sulla sicurezza. Alimentazione e salute. Proiezione e analisi di filmati dal ns. archivio esperienze. Training in aula e feedback sui contenuti trasmessi. Test di apprendimento finale.

MODULAZIONE DI FRENATA.
Si svolge con e senza ABS. Su fondo bagnato e a basso coefficiente di aderenza bisogna evitare un ostacolo anche in caso di bloccaggio delle ruote anteriori. L'esercizio viene poi provato con ABS inserito per ottimizzare gli spazi di arresto durante l'evitamento.

MISURAZIONE DELLO SPAZIO DI ARRESTO .
Consiste in una frenata rettilinea con ABS inserito e misurazione visiva dello spazio di arresto relativo.

SOTTOSTERZO.
Trazione anteriore e trazione posteriore in accelerazione hanno perdite di aderenza diverse sui due assi. La trazione anteriore tende ad allargare bruscamente in caso di eccessiva accelerazione e occorre riconoscere immediatamente la perdita di aderenza e intervenire in modo corretto. Si svolge sullo steering pad di 80 metri irrigato e con fondo ad aderenza differenziata.

SOVRASTERZO CON SKID CAR.
Lo skid car permette di ottenere improvvise perdite di aderenza sull'asse posteriore anche a bassa velocità e di abituarsi sia alla manovra di controsterzo, che alla tecnica di controsterzata più idonea.

EVITAMENTO OSTACOLO.
Evitare un ostacolo improvviso costituito da una barriera d'acqua comandata da un radiocomando: occorre un colpo deciso di sterzo ma bisogna poi controllare il veicolo durante il successivo riallineamento.

 

Esempio di struttura organizzativa per 24 partecipanti.

Pista: Misano World Circuit - Misano A. (RN): Pista di Guida Sicura e Handling, attrezzata con irrigazione, ostacoli mobili e asfalti speciali.
Durata: 1 giorno. Teoria Ore 08.30 - 12.30 / Pratica 14.00 - 18.00. (orari indicativi).
Gruppo: 24 allievi.
Auto: al pomeriggio 8 auto BMW attrezzate con due telecamere e VideoTelemetria con acquisizione dati da GPS. Auto di scorta.
Istruttori: 5 istruttori professionisti sempre al fianco dell'allievo.
Per ogni allievo: videoregistrazione digitale su schede SD-card, pass e diploma personalizzati .

 

GuidarePilotare si riserva di apportare modifiche al programma senza preavviso, garantendo parità di contenuto formativo.






 

Richiesta Informazioni     Telefona 0541.612540

 

 

 

Le nostre attività

Prezzi e promozioni Calendario clienti